Uno studio pilota nella Riserva Naturale Statale Tirone – Alto Vesuvio per monitorare le popolazioni di moscardino (Muscardinus avellanarius)

Nell’ambito del progetto BIO.FOR.POLIS, sostenuto da Fondazione con il Sud, è stato avviato da LUTRIA snc lo scorso aprile uno studio pilota sulla presenza e distribuzione del moscardino (Muscardinus avellanarius) nella Riserva Naturale Statale Tirone-Alto Vesuvio, all’interno del Parco Nazionale del Vesuvio.

Lo studio utilizza cassette-nido (nest-box) per il moscardino in parte acquistate ed in parte realizzate dalla falegnameria dell’Ufficio Territoriale Carabinieri per la Biodiversità di Caserta, nella RNS di Castelvolturno. Nella Riserva del Tirone sono state finora posizionate 84 cassette-nido in ventotto siti di campionamento, sia con il fine di rilevare la presenza del roditore sia per incrementare e migliorare l’habitat della specie.

Lo studio intende principalmente valutare  la presenza  del  moscardino  nelle principali categorie di habitat arboreo-arbustivo dell’area di studio ed ottenere indicazioni di alcuni parametri demografici (numero di femmine riproduttive, dimensione della nidiata) nella popolazione locale di moscardino.

I protocolli di controllo delle nest-box e di manipolazione, adottati nello studio sono consolidati ed impiegati in particolare nei programmi di monitoraggio in UK.

Il primo controllo delle nest-box è stato appena concluso. Sono state trovate occupate dal moscardino due cassette-nido in due siti diversi. In una erano presenti un maschio ed una femmina. Nell’altra, era presente una femmina in allattamento con quattro piccoli di circa una settimana.

A giugno il prossimo controllo.

RF